347 6448358

tequila e mezcal

Da Mr Mex puoi trovare una accurata selezione di Tequila e Mezcal con cui realizziamo diversi cocktail, tra i quali spicanno i frozen margarita, perfetti per accompagnare i piatti della nostra cucina.

CONSUELO, LOREDANA, ENRIQUE, FRANK, TOSH, PIZZO, GIORGIA, GIADA, GLORIA, FEDERICA, SABRINA, CRISTINA… sono solo alcuni dei margarita che abbiamo creato, dedicandoli ai nostri clienti con combinazioni e gusti tutti diversi, tutti da assaggiare.

STORIA DELLA TEQUILA E DEL MEZCAL

La storia della Tequila probabilmente è la più ricca e diversa di qualsiasi altra bevanda che mai è stata prodotta. La Tequila non è semplicemente uno spirito di Agave, è una leggenda tramandata di generazione in generazione che ha consumato vite intere dedicate alla produzione per portare le formule del distillato che oggi conosciamo.

Una leggenda azteca racconta che una notte durante una tempesta, un fulmine colpì una pianta d’agave e la spaccò in due. Il succo che la pianta conteneva entrò in contatto con l’aria e cominciò a fermentare trasformandosi così in una misteriosa bevanda dal moderato tasso alcolico. Nacque il pulque una bevanda fermentata ottenuta con il succo dell’agave.

La bevanda non soddisfò le esigenze dei conquistatori spagnoli, che dopo numerosi tentativi scoprirono che cuocendo la polpa della pianta, si otteneva un succo di gusto dolce, che prese il nome di vino mezcal. Questa bevanda a base alcolica una volta distillata permise l’invenzione del Mezcal.

Il Mezcal prodotto però nel villaggio di Tequila, aveva come materia prima una varietà d’agave denominata agave azul, ed il risultato era un distillato di qualità superiore e cominciò ad essere commercializzato e gradualmente la bevanda prodotta in questa zona iniziò ad essere conosciuta come Tequila. Oggi la città di Tequila, nel Jalisco, è la terra dell’agave e, nel 2006, è stata definita dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità; è il punto di partenza per un viaggio nella storia dal gusto tipicamente messicano.

La tequila è protetta dalla legge grazie a una Denominazione di Origine Controllata; ciò significa che è possibile chiamare “tequila” solo e unicamente lo spirito distillato dall’agave blu coltivata e raccolta nello stato del Jalisco e in alcune regioni degli stati di Guanajuato, Nayarit, Michoacán e Tamaulipas.

L’agave è un genere di piante tipico del Messico. Da nord a sud, dal Jalisco allo Yucatán, sono numerose le specie che hanno segnato la storia di questo Paese e che hanno definito i suoi paesaggi, arricchendone l’identità con un sapore inconfondibile. L’agave blu, o Agave Tequilana Weber, si produce la bevanda più famosa di tutto il Messico. Questo prodotto è anche un’allegoria della storia messicana: la pianta, infatti, originaria del Messico, riesce a donare il massimo di sé grazie a tecniche europee, importate dalla Spagna durante il periodo coloniale.

TEQUILA

Dopo il raccolto, le Agavi piña vengono portate nei forni dove vengono cotte delicatamente così da trasformare i carboidrati complessi (fruttani) in carboidrati semplici (fruttosio). Le piña cotte vengono quindi triturate sotto una grande ruota di pietra chiamata tahona (ta’ona).

Il succo d’agave ottenuto dalla fermentazione viene versato in larghi tini di legno o di acciaio e ivi lasciato fermentare per diversi giorni, finché ne risulta un mosto a basso tenore alcolico. 

Questo mosto fermentato viene quindi distillato una prima volta così da produrre quello che viene chiamato ordinario, a sua volta distillato una seconda volta così da produrre la tequila plata.

Alcuni produttori distillano il prodotto una terza volta, ma questo procedimento fa sì che si perda molto dell’aroma di agave proprio della tequila.

Il prodotto finito può essere imbottigliato e venduto come plata o silver tequila o travasato in damigiane di legno per essere invecchiato, così da sviluppare un sapore morbido e un colore ambrato.

MEZCAL

Il mezcal, a differenza della più conosciuta tequila, si produce solo con la parte centrale dell’agave. Ha tradizione forse più antiche.

Quando la pianta raggiunge i 6/8 anni di vita, si raccoglie e si tagliano tutte le foglie, lasciando solo il cuore, che viene chiamato piña per il suo aspetto e che viene cotto in speciali forni interrati. Il fuoco è alimentato da foglie e rami di legni resinosi non completamente secchi. La cottura, protetta da pietre di fiume e residui di precedenti lavorazioni, dura per diversi giorni.

La massa cotta è poi molita a pietra per liberare gli zuccheri, quindi il succo è raccolto in vasche di legno, chiamate palenqueros, o in tini d’acciaio per dare avvio alla fermentazione, che dura dalle 36 alle 72 ore. Il distillato viene quindi lasciato riposare in grandi botti di legno per un periodo che va dai 2 mesi ai 7 anni. Durante questo tempo acquisisce un colore dorato e via via più scuro.

Il Mezcal può essere prodotto potenzialmente con tutti i tipi di agave, tuttavia la più utilizzata è la Angustifolia (conosciuta anche come espadina).

Le agavi utilizzate sono tipicamente meno profumate ma più zuccherate rispetto a quella Azul, e hanno a volte cicli di maturazione più lunghi, Secondo le Normas Oficiales Mexicana il mezcal può essere prodotto in zone diverse rispetto a quelle della tequila: a Oaxaca, dove si trovano le maggior parte delle distillerie e Guerrerro, Durango e Taumaulipas.

Dove siamo

Piazza F. Baracca n.5 – Ravenna

Chiama per prenotare

347 644 8358

E-mail

fabio@mrmex.it